Pastiera napoletana

24 marzo 2016


La pastiera napoletana e un dolce molto conosciuto della tradizione partenopea , che si usa preparare  nel periodo pasquale. In questo periodo le vetrine delle pasticcerie sono invase dalle "Pastiere napoletane." Io non avevo mai preparato questo dolce perché il procedimento per realizzarlo era molto lungo. Quest'anno però mi è venuta voglio di provare a farlo. Ho visto varie ricette e ho fatta mia quello che ho ritenuto più semplice e più vicina alla vera pastiera napoletana: con il grano cotto, la cannella, la vaniglia, la scorza grattugiata di arancia e limone, l'acqua di fiori d'arancio, cedro e arancia canditi e della freschissima ricotta di pecora.
Ingredienti per una tortiera da 24 cm di diametro:
Per la pasta frolla:
- 350 g di farina 00
- 130 g di burro
- 120 g di zucchero
- 2 uova
Per il ripieno:
- 400 g di ricotta di pecora
- 350 g di grano cotto in barattolo
- 350 g di zucchero
- 100 g cedro e arancia canditi
- 25 g di acqua fiori d'arancio
- 1/2 cucchiaino di cannella
- 1/2 litro di latte
-  la scorza grattugiata di un limone non trattato e di una arancia
-  2 uova e 2 tuorli
-  1 bustina di vanillina
-  un pizzico di sale
-  zucchero a velo
- 30 g di burro
Per prima cosa bisogna preparare la pasta frolla il giorno prima e lasciarla in frigo avvolta con della pellicola.
Preparazione pasta frolla:
Sul piano di lavoro disporre a fontana la farina setacciata e al centro il burro a pezzetti, lo zucchero, le uova, un pizzico di sale e una puntina di lievito. Impastare velocemente gli ingredienti. Formare una palla e metterla in frigorifero per un giorno intero.
Preparazione ripieno:
Mettere il grano in una pentola con mezzo litro di latte, un cucchiaino di zucchero ,30 g di burro e scorza grattugiata di limone e arancia. Portare ad ebollizione a fuoco dolce per 20 minuti circa. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.
Setacciare la ricotta. In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere la ricotta setacciata, il grano cotto raffreddato e frullato, cannella,vanillina, acqua di fiori d'arancio e all'ultimo cedro e arancia canditi. Lavorate il composto fino ad ottenere un composto cremoso. Fate riposare in frigorifero per circa 1 ora.


Nel frattempo imburrare una tortiera di 24 cm di diametro. Riscaldare il forno a 180°.
Stendere la pasta frolla in un disco di 3/4 mm di spessore e foderare la tortiera. Unire il composto nella tortiera. Stendere la pasta rimasta, ritagliarne con la rotella tagliapasta delle strisce larghe 2 cm e disporle a griglia sul ripieno di ricotta. Spennellare le strisce con del rosso d'uovo sbattuto.
Infornare a 180°per circa un ora e 1/2. Fate la prova stecchino, se esce fuori pulito la pastiera è pronta.
Toglietela  dal forno e lasciate raffreddare.
Spolverizzate con dello zucchero a velo. La pastiera napoletana va mangiata dopo alcuni giorni da quando è stata preparata. Più passa il tempo e più diventa buona. Gli ingredienti si assestano e assorbono tutti gli aromi e i profumi presenti. In passato si preparava il giovedi santo per gustarla la domenica di Pasqua. Comunque si conserva perfettamente per 4/5 giorni in un luogo fresco. C'è chi la tiene in frigorifero e la tira fuori qualche ora prima di mangiarla. Provate a fare questa ricetta, sembra molto complicata ma alla fine è solo il procedimento che è lungo. Io era la prima volta che mi cimentavo con la preparazione di questo dolce e il risultato finale non è stato niente male. Un arrivederci a tutti.

1 commento:

trova ricetta