Polenta con sugo di spuntature e salsicce (ricetta di mia nonna)

8 novembre 2016

Oggi si cucina la polenta con sugo di spuntature e salsicce, una preparazione classica, ideale per un pranzo della domenica in inverno, nei giorni più freddi.
 La ricetta di questo piatto che condivido con voi è quella di mia nonna, la sua polenta era divina e la preparava molto spesso la domenica quando andavamo a fargli visita.
 Ancora mi ricordo tutti i figli e i nipoti riuniti intorno al tavolo a mangiare la polenta servita rigorosamente sulla spianatoia o spianatora ( una tavola di legno di forma rettangolare,che si usa anche per impastare) come la chiamava lei, con sopra il sugo, le salsicce al centro e tanto pecorino romano. Tutti noi bambini, facevamo a gara a chi arrivava per primo a prendere le salsicce.
 Io ho conservato la tradizione di famiglia per come servire questo piatto, e quindi lo porto in tavola sulla tavola di legno, anche se per le foto ho utilizzato un piccolo tagliere, ma ho postato anche una foto della polenta sulla spianatoia.
Volevo precisare che mi nonna usava la polenta che cuoceva circa in 1 ora e quindi stava lì davanti alla pentola a girare in continuazione; io per comodità, uso la polenta che cuoce in pochi minuti. Vi consiglio la Valsugana, secondo me  una delle migliori che ho provato.


Ingredienti per 5/6 persone:
- 500 g di farina di mais gialla (polenta Valsugana)
- Circa 1litro di passata di pomodoro (passata verace della Cirio)
- 700 g di spuntature di maiale
- Circa 7/8 salsicce
- Olio extra vergine
- Cipolla
- Sale pepe
- Un pizzico di noce moscata
- Vino bianco secco
- Pecorino romano q.b.

Preparazione:
In una pentola ampia mettete dell'olio e rosolate a freddo le spuntature, fino a doratura. Aggiungete la cipolla sminuzzata, 3 salsicce sbriciolate e 5 intere private della pelle e fate rosolare per qualche minuto.
Sfumate con del vino bianco, lasciate evaporare e aggiungete la passata di pomodoro, circa 2 bicchiere d'acqua, aggiustate di sale, pepe, aggiungete un pizzico di noce moscata, coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco lento per circa 1ora e 30 minuti.
Mentre cuoce il sugo, mettete a bollire 1 litro e mezzo di acqua.
Salate a piacere e quando l'acqua bolle, versate a pioggia tutta la farina di mais, mescolando bene con una frusta per evitare la formazione di grumi.
Continuate a girare per qualche minuto sempre nello stesso senso, mantenendo l'ebollizione.
 Dopo circa 8 minuti questo tipo di polenta è pronta (se volete farla cuocere di più, aumentare la quantità d'acqua).
Comunque per i tempi di cottura attenetevi sempre alle indicazioni riportate sulla confezione.
A questo punto inumidite la spianatoia con un pò d'acqua e versate la polenta bollente.
Ricoprite con il sugo, le salsicce al centro e abbondante pecorino romano.
Gustatevi questa prelibatezza mangiandola insieme anche alle spuntature. Buon appetito e un arrivederci alla prossima ricetta, bacioni.




10 commenti:

  1. La polenta in questa stagione è l'ideale ma la tua ha qualcosa in più Sei brava davvero complimenti
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. Adoro la polenta in questa stagione e la tua è molto speciale, condita così dev'essere favolosa, affonderei subito il cucchiaio per assaggiarla.

    RispondiElimina
  3. Premetto che io non amo la polenta e a dire il vero in Sardegna non è proprio diffusissima ma .. l'unico modo in cui la preparo è proprio questo. E' buonissima!
    Bacioni.

    RispondiElimina
  4. Da leccare il monitor!!!! Questo non è un piatto qualunque! E' il Paradiso in una fredda giornata di autunno!!!! Un bacio

    RispondiElimina
  5. Ottimo piatto di polenta cosi ben condita, brava

    RispondiElimina
  6. Buonissima la polenta, per me quella gialla la bianca solo per il pesce, e la tua con quel ricco sughetto è il massimo!!!
    Baci

    RispondiElimina
  7. Mamma mia che buono. Tu scrivi polenta gialla ma vedere dalle foto sembra bianca ed io userò questa adoro la polenta bianca e con le spuntature ecc. la faccio sicuramente domenica prossima ti saprò dire. Buona serata e grazie della ricetta bacioni.

    RispondiElimina
  8. Non mangio polenta da troppo tempo... rimedierò con questa ricetta!

    RispondiElimina
  9. Buonissima questa polenta!! un piatto gustoso e conviviale, l'ideale quando le temperature si abbassano.complimenti alla nonna e a te!

    RispondiElimina
  10. Qui in Sicilia la polenta non è molto diffusa, mentre quando abitavo in Sardegna pur non essendo anche diffusissima tuttavia lo era sicuramente più di qua;). A conferma di quanto scrivo è il ricordo di mia madre che la preparava con il sugo o ai quattro formaggi o alcune persone che conoscevo e che di tanto in tanto la
    preparavano;) la tua versione è troppo ma troppo goduriosa ed estremamente
    saporita e sfiziosa, mi fa venire un'acquolina incredibile, bravissima Fabiola:))
    un bacione:)).
    Rosy

    RispondiElimina

trova ricetta