Panettone casalingo con gocce di cioccolato

19 dicembre 2016

E' da un po' di tempo ormai che mi guardo in giro alla ricerca di un panettone facile da fare, adatto a chi come me non ha esperienza con i grandi lievitati. Sui vari blog amici, ho visto in questi ultimi giorni delle creazioni stupende, realizzate con grande maestria ma appena vado a sbirciare il procedimento, entro nel panico; lievito madre, rinfreschi, varie lievitazioni, innumerevoli passaggi, troppo tempo ed anche molto difficile da realizzare per me che sono una profana in questo campo.
Alla fine ho deciso di prendere spunto dalle varie ricette lette, basandomi principalmente su una ricetta del panettone casalingo che ho trovato su un libro di dolci che ho in casa.
Il  procedimento non è molto complicato ed è abbastanza fattibile.
Il risultato finale è stato positivo, sono riuscita a sfornare un bel panettone homemade, buono e preparato con ingredienti genuini, che non ha nessuna pretesa di voler assomigliare ad un classico panettone a lunga lievitazione.
Io mi ritengo soddisfatta di quello che ho realizzato, anche perchè  è la prima volta in assoluto che mi cimento in questa preparazione che  richiede comunque molta esperienza, manualità e destrezza.
Per la preparazione di questo panettone ho usato prodotti Paneangeli.


Ingredienti per una panettone da 750 g:
- 300 g di farina manitoba
- 200 g di farina 00
- 150 g di zucchero
- 120 g di burro
- 150 ml di acqua tiepida
-  1 cucchiaino di sale
- 15 g di lievito di birra
- 2 uova intere+ 1 tuorlo
- Buccia grattugiata di 1 limone non trattato
- Buccia grattugiata di 1 arancia non trattata
- 1 fialetta di aroma di vaniglia Paneangeli
- 160 g di gocce di cioccolato Paneangeli
Per la decorazione:
. 1 uovo+ latte per spennellare
- Zucchero a velo q. b. Paneangeli
- Zucchero in granella q. b. Paneangeli
- Mandorle pelate q. b.


Preparazione
Inserite nella ciotola della planetaria, le farine, il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero,il burro morbido a tocchetti, le uova, il tuorlo, la buccia del limone e dell'arancia,la fialetta di aroma di vaniglia,e 80 ml di acqua.

Impastare con il gancio a foglia per alcuni minuti e poi aggiungere l'acqua rimasta e il sale.

Continuare ad impastare il tutto per circa 20 minuti con il gancio ad uncino fino ad arrivare ad un impasto elastico.

Dopo 10 minuti capovolgete l'impasto e continuate ad impastare ( l'impasto si può fare anche a mano se non avete la planetaria ).

Dopo circa 20 minuti, mettete l'impasto su un piano da lavoro leggermente infarinato e dategli una forma tonda regolare con le mani.

 Lasciate lievitare in una ciotola coperta con pellicola alimentare dalle 2/3 ore fino al raddoppio ( io in forno con luce accesa).

Riprendete l'impasto  e aggiungete le gocce di cioccolato che avrete conservato in freezer, inglobandole man mano all'impasto.

Arrotondate il composto di nuovo con le mani e inseritelo in uno stampo di carta per panettone ( io ho usato uno stampo per panettone basso), leggermente imburrato e spolverizzato con zucchero a velo.

Lasciate lievitare per circa 3 ore, fino a quando l'impasto non arriverà a 2 dita dal bordo.

A questo punto praticate una x al centro del panettone con un coltello ben affilato, spennelate con uovo e latte, decorate con zuccherini, mandorle pelate intere e spolverizzate con abbondante zucchero a velo.

Riscaldate il forno a 200°, e fate cuocere a 170° per circa 50-60 minuti in modalità statica ( la cottura è indicativa, perchè ogni forno cuoce in modo diverso).

Se dopo circa 30/35 minuti non prima,vedete che il vostro panettone si sta scurendo troppo, coprite con un foglio di alluminio.

Sfornate, e subito fate raffreddare il vostro panettone a testa in giù, per mantenere la sofficità.
Inseriamo quindi due spiedini lunghi possibilmente di ferro, io ho utilizzato degli spiedini di legno e ho infilzato il panettone da parte a parte, con i due spiedi paralleli e un pò distanziati.

Prendiamo una pentola grande, più alta e larga del panettone e capovolgiamolo a testa in giù, con i ferri che poggiano sul suo bordo, e lasciamolo sospeso per circa 10-12 ore.

Passato questo tempo il panettone è pronto per essere tagliato e gustato.

Per mantenerlo morbido io l'ho avvolto in una busta di cellophane. Comunque si mantiene per un massimo di 3/4 giorni.

Se vedete che dopo tale data si è un pò indurito, mangiatelo inzuppato nel latte la mattina a colazione, è buonissimo.
Una serena giornata a tutti e al prossimo post.

















10 commenti:

  1. Che brava.. deve essere davvero goloso! smackk e buona settimana :-*

    RispondiElimina
  2. Ma è bellissimo....brava Fabiola, ne mangerei volentieri una fetta....anzi forse 2, baci!

    RispondiElimina
  3. Sei stata bravissima, complimenti.

    RispondiElimina
  4. una magnifica idea che spero di poter replicare, con calma, anche dopo le feste. bacioni!!!

    RispondiElimina
  5. questo si che sarebbe fattibile anche per me!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  6. Hai tutte le ragioni di essere soddisfatta.....ottimo risultato!!!
    Baci

    RispondiElimina
  7. meraviglia, ti è riuscito benissimo anche senza lievito madre ! Auguro a te e alla tua famiglia un Felice Natale, un bacione

    RispondiElimina
  8. Che bello. Io ho comprato lo stampo x il pandoro, ma cavolo ci vuole tantissimo x farlo...Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti Fabiola:sono infatti rimasta incantata dalla perfezione del tuo panettone ;ti è venuto meravigliosamente bene e la sua consistenza e' soffice e lievitata benissimo come piace a me,bravissima come sempre:))
    Un bacione e ancora tantissimi complimenti:)
    Rosy

    RispondiElimina
  10. Ha un aspetto bellissimo, complimenti! Comunque per me se il procedimento è quello tradizionale o no non conta molto, l'importante è che il panettone sia buono.

    RispondiElimina

trova ricetta