31 marzo 2017


Molte volte  a causa di allergie o di intolleranze alimentari, cucinare con ingredienti senza glutine è sempre più diffuso.
Ma togliere glutine, uova, latte o zucchero dalla propria dieta non vuol dire togliere anche il gusto.
Si possono infatti realizzare ricette gluten free molto saporite e gustose, mangiando nello stesso tempo in modo più salutare.
La proposta di oggi che ho tratto dalla rivista "fior fior in cucina", è senza dubbio un piatto della cucina free: "Chicche di patate, farina di castagne e cavolo nero con ricotta", senza glutine, senza latte, senza uova.
Un primo piatto che vi stupirà, dove l'abbinamento degli ingredienti crea uno straordinario tripudio di sapori e profumi; la farina di castagne si sposa benissimo con la ricotta di pecora e poi il cavolo nero direttamente raccolto nel mio orticello sta a meraviglia nell'impasto delle chicche.


Ingredienti per 4 persone:
- 150 g di cavolo nero
- 400 g di patate
- 30 g di amido di mais
- 120 g di farina di castagne
- 80 g di farina di riso
- Sale marino integrale
Per il condimento:
- 100 g di passata di pomodoro
- 1 spicchio d'aglio
- 2 cucchiai di pecorino
- 30 g di gherigli di noce
- 120 g di ricotta di pecora
- Olio extravergine
- Sale marino integrale
Preparazione
Lavare le foglie di cavolo, privarle della costa centrale e lessarle in acqua bollente salata finchè saranno ben cotte.
Passarle al passaverdure per ottenere una purea.
Lessare le patate e quando sono ancora calde schiacciarle con lo schiacciapatate.
Setacciare sulla spianatoia la farina di castagne e l'amido e versatevi sopra le patate intiepidite.
Fare un incavo al centro, mettervi la purea di cavolo e cominciare a lavorare il tutto; impastare fino ad ottenere un composto sodo.
Ricavare dall'impasto delle palline di circa 1 cm di diametro e fatele riposare sulla spianatoia infarinata con farina di riso.
Fare imbiondire l'aglio nell'olio, aggiungere la passata di pomodoro, salare e cuocere a fuoco basso per 10 minuti circa.
Frullare le noci, il pecorino grattugiato e la ricotta e amalgamare il tutto con il sugo in modo da ottenere una salsa rosa.
Portare a bollore l'acqua, salatela e versatevi le chicche.
Scolatele dopo circa 30 secondi che saranno venute a galla.
Condire con il sugo, spolverare con formaggio grattugiato e decorare con qualche noce tritata.
Auguro a tutti un buon weekend e ci vediamo presto con la prossima ricetta.
Bacioni




29 marzo 2017


In famiglia amiamo molto i carciofi, sono un alimento molto versatile, poco calorico, ricco di ferro e potassio che fa bene alla nostra salute; inoltre  in questo periodo dell'anno  se ne trovano  ancora molti e particolarmente saporiti e quindi li utilizzo spesso nei mie piatti.
Oggi voglio proporvi con questo ortaggio degli sfiziosi e friabili fagottini di pasta sfoglia farciti con un ripieno molto gustoso di carciofi e caciocavallo.
Semplici e veloci da preparare, sono perfetti da portare in tavola in occasione di un antipasto, un buffet, o un aperitivo.


Ingredienti per circa 7 fagottini:
- 1 rotolo di pasta sfoglia
- 2 carciofi
- 120 g di caciocavallo
- Olio extra vergine
- Sale e pepe
- 1 tuorlo
Preparazione
Pulire i carciofi e tagliarli a spicchi sottili.
Cuocere in padella con dell'olio, aggiungere sale, pepe un poco d'acqua e far cuocere.
Tagliare a dadini il caciocavallo.
Ritagliare dalla sfoglia circa 7 quadrati.
Aggiungere al centro di ogni quadrato un pò dei carciofi e qualche dadino di formaggio.
Richiudere i quadrati, unendo gli angoli opposti e  con i rebbi di una forchetta sigillare bene i bordi.
Praticare sulla superficie dei fagottini due tagli obliqui
Trasferirli in una teglia foderata con carta forno e spennellarli con 1 tuorlo.
Cuocere in forno caldo a 180° per circa 30 minuti.
Sfornare su un piatto da portata, lasciare intiepidire e servire.
Ottimi da realizzare per il menù di Pasqua.
Auguro a tutti una serena giornata e ci vediamo presto con la prossima ricetta.
Bacioni


27 marzo 2017


Ho sentito dire che tempo addietro la torta Nua ha avuto grande successo nella pasticceria, io però non la conoscevo e soltanto  qualche giorno fa navigando sul web, mi sono imbattuta in questo dolce il cui nome: "NUA" sembrerebbe essere il nome della ragazza che l'ha inventata.
Un dolce preparato facendo cadere, nell'impasto crudo, cucchiaiate di crema pasticcera come prevede la versione tradizionale; io ho realizzato una variante  utilizzando yogurt e marmellata di ciliegie.
La nua è una torta semplice e veloce da preparare, dal gusto unico e delicato, molto gustosa, soffice e anche leggera perchè senza burro.
Ottima sia a colazione che a merenda, vi consiglio di provarla perchè vi sorprenderà per il suo sapore particolare.


Ingredienti per una tortiera del diametro di 26 cm:
- 270 g di farina 00
- 30 g di fecola Paneangeli
- 4 uova
- 200 g di zucchero
- 160 ml di olio di semi
- 50 ml di latte
- La scorza grattugiata di un limone
- Un pizzico di sale
- 1 bustina di lievito Paneangeli
- 125 ml di yogurt alla ciliegia
- 250 g di marmellata di ciliegie
- Zucchero a velo Paneangeli
- Ciliegine candite
- Perline argentate di zucchero
Preparazione
Montare le uova con lo zucchero e la scorza grattugiata di un limone per almeno 10 minuti.
Aggiungere a filo l'olio e  il latte.
Inserire la farina, la fecola, il lievito e un pizzico di sale, continuando a montare fino ad arrivare ad un composto liscio e omogeneo.
Versare l'impasto nella tortiera imburrata e infarinata.
Aggiungere a cucchiaiate lo yogurt e la marmellata.
Cuocere in forno caldo a 170° per circa 50 minuti.
Lasciare intiepidire, mettere la torta su un piatto da portata e decorare con ciliegine candite, perline di zucchero e una spolverata di zucchero a velo.
Tagliare a fette e servire.
Buona giornata a tutti e arrivederci alla prossima ricetta.
Bacioni




24 marzo 2017


Buon venerdi a tutti, oggi per il fine settimana vi lascio la ricetta di golosi bigné di pasta choux farciti con crema chantilly al pistacchio.
La mia famiglia ha apprezzato molto queste piccole bontà  sparite in un baleno; vi consiglio quindi di prepararne molte perchè una tira l'altra e non si riesce a smettere di mangiarle.
Questi bigné sono perfetti come dessert per concludere una cena o un pranzo e ottimi da gustare sia a merenda che a colazione come ha fatto mio figlio.


Ingredienti per circa 25 bigné:
Per la pasta choux:
- 125 ml di acqua
- 50 g di burro
- 60 g di farina
- 30 g di farina manitoba
- 2 uova
- 1 cucchiaino di zucchero
- Un pizzico di sale
Per la farcitura:
- 500 ml di panna fresca per dolci
- 75 g di zucchero al velo Paneangeli
- 100 g di crema pistacchi BABBI
- Granella di pistacchio q. b.
- Miele q. b.
Preparazione
Iniziare preparando la pasta choux per i bigné: mettere in un pentolino l'acqua, un pizzico di sale, zucchero e il burro a pezzi.
Quando l'acqua bolle, versare la farina setacciata.
Mescolare bene con una spatola fino ad ottenere un impasto senza grumi.
Continuare a mescolare finchè l'impasto si stacca dal pentolino.
Togliere dal fuoco e trasferire il composto in un recipiente.
Lasciar raffreddare e aggiungere il primo uovo, mescolando fino a completo assorbimento, poi inserire l'ultimo uovo e amalgamare.
Ora che l'impasto è pronto trasferirlo in una sacca da pasticciere con bocchetta liscia.
In una teglia rivestita con carta forno, formare delle palline della grandezza di un 'albicocca con l'impasto.
Lasciare spazio a sufficienza tra un bigné e l'altro, dato che in cottura aumenteranno di volume.
Preriscaldare il forno e cuocere a 190° per circa 25 minuti.
Una volta cotti, lasciar raffreddare i bigné all'interno del forno spento con lo sportello socchiuso.
Nel frattempo preparare la crema al pistacchio: inserire la panna fresca ben fredda in una ciotola con lo zucchero al velo e con una frusta elettrica montare fino a raggiungere una consistenza ben soda.
Aggiungere la crema di pistacchio e amalgamare bene.
Inserire il composto in una sac à poche con beccuccio lungo.
Farcire ogni bigné praticando un piccolo foro sulla base oppure su un lato.
Spennellare leggermente la superficie con del miele e ultimare con granella di pistacchio.
Conservare in frigo fino al momento di servire.
Auguro un buon weekend a tutti e ci vediamo alla prossima ricetta.


Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette/Dolci_Dessert/bigne-crema-pistacchio.html




22 marzo 2017


Oggi una ricetta vegetariana : polpette di zucchine e pane raffermo; un piatto nato per riciclare del pane non più fresco e delle zucchine rimaste da una precedente preparazione.
Due solo ingredienti per delle polpettine sfiziose e molte gustose, semplici e veloci da fare.
Delle piccole palline profumate alla noce moscata, croccanti fuori e morbide all'interno che vi conquisteranno.
Perfette come finger food per un aperitivo o antipasto, possono essere anche un ottimo secondo piatto accompagnato da una fresca insalata.


Ingredienti per circa 15 polpette:
- 200 g di zucchine pulite
- 100 di pane
- 70 g di parmigiano grattugiato
- Sale e pepe
- Aglio
- Noce moscata
- Latte q. b.
- Farina di riso q. b.
- Olio di arachide per friggere
- Maionese q. b.
- Curcuma
Preparazione
Dividere in piccoli pezzi il pane raffermo e mettere in ammollo nel latte.
Strizzare bene e unirlo alle zucchine a dadini cotte in padella con dell'olio, uno spicchio d'aglio, sale e pepe.
Mescolare bene, inserire il parmigiano, il sale e il pepe e una bella spolverata di noce moscata.
Amalgamare il tutto e con le mani formare delle palline non più grandi di una noce.
Infarinare le polpette nella farina di riso e friggere in olio di semi ben caldo fino a completa doratura.
Scolare su carta assorbente da cucina e servire.
Ottime sia calde che fredde, per renderle più appetitose l'ho servite con della maionese alla curcuma, Calcolare ogni 3/4 cucchiai di maionese, un cucchiaino scarso di curcuma.
Un saluto a tutti e al prossimo post.



20 marzo 2017


Buongiorno a tutti oggi iniziamo la settimana con dei deliziosi muffin alle carote e gocce di cioccolato fondente. Dei dolcetti molto golosi dal gusto unico, sani e nutrienti e semplici da realizzare.
Ottimi da mangiare a colazione, sono perfetti anche per la merenda dei vostri bambini o come spezzafame durante la giornata.
In questa preparazione il dolce della carote contrasta a meraviglia con l'amaro del cioccolato fondente rendendo questi muffin una vera bontà.


Ingredienti per circa 12 muffin:
- 200 g di farina
- 30 g di fecola
- 100 ml di latte
- 200 g di zucchero
- 1 uovo
- 70 ml di olio di semi
- 300 g di carote
- 1 bustina di lievito per dolci Paneangeli
- 2 cucchiaini di estratto di vaniglia Paneangeli
- 70 g di mandorle pelate
- Un pizzico di sale
- 90 g di gocce di cioccolato Paneangeli
- Zucchero al velo Paneangeli
Preparazione
Tritare le carote pulite e tagliate a pezzi con le mandorle e il latte.
Sbattere l'uovo con lo zucchero, aggiungere l'olio di semi, l'estratto di vaniglia e mescolare bene.
Inserire la farina con la fecola, il lievito e il composto di carote e mandorle.
Aggiungere un pizzico di sale e per ultimo le gocce di cioccolato leggermente infarinate.
Versare  il composto nei pirottini di carta da muffin, non fino all'orlo perchè in cottura cresceranno.
Cuocere in forno caldo a 180° per circa 25 minuti.
Verificare la cottura in base al vostro forno e fare sempre la prova stecchino.
Lasciare raffreddare e spolverizzare con zucchero al velo.
Grazie di essere passati a farmi visita, un bacione e ci vediamo alla prossima ricetta.



17 marzo 2017


Buon venerdi a tutti, oggi vi propongo una ricetta che ho trovato su" fiorfiore in cucina", una rivista che stavo leggendo qualche giorno fa nella sala d'attesa del mio dentista: " Spaghetti alla carbonara di zucca".
Una proposta molto sfiziosa che mi è subito piaciuta e ieri al mercato dal mio fruttivendolo di fiduca ho acquistato dell'ottima zucca fresca per realizzare questo piatto ricco di sapori e profumi perfettamente bilanciati e amalgamati tra di loro.
Una pasta molto gustosa che può essere considerata  un' alternativa light alla classica carbonara.
La ricetta prevedeva l'uso delle nocciole, io ho utilizzato delle mandorle che avevo a disposizione e che si sposano a meraviglia con la zucca e le altre spezie che ho adoperato.


Ingredienti per 4 persone:
- 500 g di zucca pulita
- 400 g di spaghetti
- 20 g di miele di castagno
- 1/2 cucchiaino di curcuma
- 1 cipolla rossa
- Olio d'oliva extravergine
-  g 60 di mandorle pelate
- Salvia
- 50 g di parmigiano grattugiato
- Noce moscata
- Sale e pepe
Preparazione
Pulire la zucca e tagliarla a fettine.
In un pentolino fare intiepidire 20 g di olio extra vergine con il miele di castagno.
Togliere dal fuoco e aggiungere un pizzico di sale, poi usare questo composto per condire le fette di zucca e disporle su una teglia foderata con carta forno.
Aggiungere ancora un pò di sale e cuocere a 180° per 20-30 minuti, finchè la polpa della zucca rusulterà morbida.
Tritare la cipolla, farla imbiondire in una padella con un filo d'olio e un paio di foglie di salvia per 3-4 minuti.
A parte frullare la polpa di zucca con il sale, il pepe, una spolverata di noce moscata, la curcuma e 30g di mandorle.
Cuocere la pasta, scolarla al dente tenendo da parte un pò d'acqua di cottura e versarla nella padella con la cipolla stufata.
Aggiungere la purea di zucca,  le mandorle rimaste tritate e mantecare velocemente, bagnando con 2 0 3 cucchiai dell'acqua di cottura se occorre.
Condire gli spaghetti con abbondante parmigiano grattugiato, decorare con qualche fogliolina di salvia, qualche mandorla intera, scaglie di parmigiano e infine un filo d'olio e una spolverata di pepe.
Buon appetito e alla prossima ricetta.
Bacioni



13 marzo 2017


Buon lunedi a tutti, oggi iniziamo la settimana con un dolce che ho preparato domenica pomeriggio: un rotolo di pasta sfoglia farcito con marmellata di arance, scorze di arancia candite e decorato con granella di zucchero.
Facile da fare è pronto in poco tempo ed è perfetto a colazione, a merenda e come goloso fine pasto.


Ingredienti per 6 persone:
- 2 rotoli di pasta sfoglia pronta
- Circa 150 g di marmellata di arance
- 60 g di arancia candita Paneangeli
- Zucchero granella Paneangeli q.b.
- Zucchero di canna q.b.
Preparazione
Aprire il primo rotolo di pasta sfoglia, bucherellare il fondo con i rebbi della forchetta, spolverizzare con zucchero di canna e spalmare la metà della marmellata di arance.
Sovrappore al primo il secondo rotolo, bucherellare, spolverizzare con altro zucchero di canna, spalmare la marmellata rimasta  e distribuire sulla superficie l' arancia candita.
Arrotolare il rotolo su se stesso, spennellare con poca marmellata e cospargere con zucchero granella.
Traferire su una teglia ricoperta con carta forno e cuocere in forno caldo a 180° per circa 35 minuti. Verificare sempre la cottura in base al proprio forno.
Sfornare su un vassoio, lasciare raffreddare e servire a fette.
Grazie di essere passati a farmi visita, baci e ci vediamo alla prossima ricetta.



10 marzo 2016


Finalmente è arrivato venerdi e il tanto sospirato fine settimana; oggi vi lascio la ricetta di un dolce per la domenica e non solo: una torta di mele alla panna.
Avevo della panna fresca in scadenza e ho deciso di utilizzarla nell'impasto.
Il risultato è stato strepitoso, un dolce soffice, profumato e anche molto leggero  non avendo utilizzato burro e olio.
Per farlo ci vuole davvero poco e se amate i dolci con le mele vi consiglio di provare questa torta.
Ottima per la colazione e la merenda; è perfetta come dessert di fine pasto per la sua morbidezza.


Ingredienti per una tortiera del diametro di 26 cm:
- 250 ml di panna liquida fresca
- 250 g di farina 00
- 250 g di zucchero semolato
- 4 uova
- 3/4 mele fuji
- 1 bustina di lievito per dolci Paneangeli
- La buccia grattugiata e il succo  di un limone
- Un pizzico di sale
- Cannella q.b.
- 1 cucchiaino di estratto di vaniglia Paneangeli
- Zucchero di canna q.b.
- Zucchero a velo q.b. Paneangeli
Preparazione
Sbucciare le mele, tagliarle a fettine e irrorarle con il succo di un limone, per evitare che anneriscano.
In una ciotola sbattere con delle fruste elettriche le uova con lo zucchero e la buccia di un limone per almeno 10 minuti fino a raggiungere una consistenza spumosa, gonfia e chiara.
Aggiungere la panna a filo, l'estratto di vaniglia poi, gradualmente la farina setacciata con il lievito, un pizzico di sale e la cannella.
Imburrare e infarinare una tortiera a cerchio apribile del diametro di 26 cm, versare l'impasto ed aggiungere le mele, disporle a raggiera e farle affondare nel composto.
Cospargere la superficie con dello zucchero di canna.
Cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa 60 minuti.
La cottura è indicativa, regolarsi sempre in base al proprio forno e fare la prova stecchino.
Lasciare raffreddare e servire con una spolverata di zucchero a velo.
Felice weekend a tutti e alla prossima ricetta.
Bacioni






8 marzo 2017


In questi ultimi giorni  è tornato il brutto il tempo; pioggia, vento forte e cielo grigio.
Un tempo che ti invoglia  a preparare e mangiare cose calde come un'ottima minestra di pasta con legumi misti. Un primo piatto semplice, molto gustoso, genuino e arricchito con un mix di legumi secchi provenienti da agricoltura biologica: piselli spezzati, lenticchie, lenticchie decorticate,fagioli borlotti, fagioli cannellini.
Un perfetto comfort food, ricco di sapori e profumi perfettamente bilanciati tra di loro.


Ingredienti per 4 persone:
- 300 g di misto di legumi biologici Castelliere Colfiorito
- 300 di pasta mista
- Cipolla e aglio
- 1,5 l di brodo vegetale (preparato con acqua, sale, carota, sedano e cipolla)
- Olio extra vergine q.b.
- 1 fetta di guanciale
- Pepe e sale
- 100 ml di passata di pomodoro
Preparazione
Mettere il misto di legumi in ammollo per una notte, poi lavare e scolare.
Soffriggere con poco olio la cipolla sminuzzata, una fetta di guanciale e uno spicchio d'aglio; quando il soffritto si sarà ammorbidito aggiungere il misto di legumi, il brodo vegetale (lasciare da parte 3-4 mestoli), la passata di pomodoro e cuocere il tutto per circa un'ora aggiustando di sale e pepe.
Versare 3-4 mestoli di brodo vegetale, riportare a bollore, aggiungere la pasta mista e fare cuocere.
Servire la minestra con un filo d'olio extra vergine.
Sereno 8 marzo a tutte le donne e grazie di essere passati a trovarmi.
Bacioni




trova ricetta